Curve Spettacolari Social  

   

Focus & Approfondimenti  

   

News

I 5 debuttanti che ci hanno più impressionato

Dettagli
Share

Dopo aver ammirato le prestazioni di Enrico Brignola contro Chievo e Sampdoria nella quale ultima ha anche siglato il primo gol in Serie A, abbiamo deciso di stilare una mini classifica dei 5 debuttanti in Serie A che hanno più impressionato negli ultimi 10 anni.

La classifica tiene conto di questi criteri :

- Personalità : forza mentale nell'affrontare un debutto come fosse una partita come le altre e determinazione nel modo di giocare

- Tecnica :  qualità tecniche vere e proprie come capacità di dribling, capacità di giocare la palla con la squadra e capacità nel tiro

- Fisico : forza fisica nel difendere, conquistare palla e qualità in velocità

In base a questi criteri abbiamo stilato questa classifica con la quale riteniamo di aver individuato i 5 debuttanti che più hanno impressionato :

 

Chiesa 2016

Federico Chiesa debutta in Seria A a 18 anni contro la Juventus da titolare per essere sostitutito dopo un tempo di gioco. Federico dimostra subito una potenza nella gambe devastante che gli permette importanti strappi e cambi di gioco, una buona personalità che non lo intimidisce ed un'aggressività di gioco notevole. Occupa la 5 posizione perchè a differenza degli altri ha impiegato qualche partita in più per dare a tutti la sensazione di essere "già pronto"

El Shaarawy 2010

Stephan El Shaarawy occupa la 4° posizione solo perchè a differenza degli altri esordisce in Serie B. Un passaggio in Serie B che sarebbe potuto essere tranquillamente evitato perchè a soli 18 anni da subito dimostra di essere già pronto per la Serie A. 6 mesi a Padova dove devasta il campionato cadetto portando i veneti ai playoffs. Difatti l'anno dopo arriva subito al Milan e si conquista immediatamente la titolarità con Massimiliano Allegri. Da subito sfoggia velocità, dribling ed un tecnica di tiro oltre ad una forza fisica non comune per un 18enne.

 

Njang 2012

M'baye Njang arriva al Milan a 18 anni ma già dopo un campionato intero giocato nel Caen in Francia. Sembrava destinato alla primavera rossonera ma è bastato la sua prima mezz'ora di gioco con la quale ha debuttato per far subito capire che eravamo di fronte ad un calciatore "giù pronto". La qualità migliore che dal primo minuto si notò fu la personalità  nell'affrontare quel debutto, sembrava giocasse da una  vita oltre a qualità fisiche e tecniche notevoli per un giovane di 18 anni. 

Brignola 2018

Enrico Brigola anche lui debutta in Seria A a 18 anni nella sfida che il Benevento pareggia con il Milan. Brignola gioca 25 minuti nei quali è subito nel vivo del gioco portando verve e imprevedibilità alla manovra rivelandosi essenziale nel forcing finale che porterà il Benevento a pareggiare la gara. Sono bastati quei pochi minuti per convincere il tecnico De Zerbi a schierarlo titolare nella gara contro il Chievo dove sfiora il gol e in quella successiva contro la Sampdoria dove invece sigla la sua prima rete in Serie A. Il ragazzo ci ha impressionato soprattutto per il carattere e la determinazione, un attaccante che recupera palla in tutte le zone del campo e da vita ad accelerazioni devastanti non si vede tutti i giorni, in più  esibisce cambi di gioco e passaggi filtranti di notevole precisione dimostrando di non avere solo capacità fisiche ma di avere anche tra i suoi fondamentali un'ottima tecnica.  

Balottelli 2008

Mario Balotelli è stato il 18enne debuttante che più ci ha impressionato. Già quando militava nella primavera nerazzurra si capiva che era di ben altra categoria. Esordisce nell'Inter segnando subito in Coppa Italia contro la Reggina per poi segnare una doppietta storica che elimina la Juventus. Da subito si capi che era "già pronto", fisico da numero 9 e tecnica e visione di gioco da numero 10, praticamente un mix perfetto per un attaccante. Potenza nel tiro e precisione ai massimi livelli. Con Ibrahimovic infortunato per due mesi trascina l'Inter a vincere il suo terzo scudetto consecutivo nell'annata 2007/2008. Sicuramente il debuttante più determinante e incisivo degli ultimi 10 anni.

 

 

   

La Voce degli Ultras

   

Citazioni Famose  

"Se perdiamo questo scudetto siamo merde"
Vujadin Boskov
   
   
   

Seguici su Facebook  

   

Segui su Facebook anche  

   

Segui su Facebook anche  

   

Match Spettacolari